Re/Max: trend residenziale a +16% nell’H1 ’21

913
case casette

È un residenziale in buona forma quello fotografato da Re/Max nel I semestre 2021, che mostra un andamento ascendente, dove il numero di transazioni concluse è in aumento rispetto sia al 2020 sia al 2019, ritornando al trend ascendente pre-pandemia.

Secondo la società, nel primo semestre 2021 il comparto ha infatti registrato un trend positivo del +16/17% con una ripresa estesa anche alla provincia, rispetto alla polarizzazione sulle principali città che ha caratterizzato i mesi precedenti.

I dati riflettono l’andamento del gruppo, che nel primo semestre ’21 ha registrato un fatturato aggregato di circa 52,3 milioni di euro, in aumento del 41% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Rispetto all’incremento generale del comparto residenziale che si attesta intorno al 16/17%, il transato Re/Max ha registrato una crescita del 28%, con oltre 12.400 transazioni, pari a un volume che supera gli 1,7 miliardi di euro se comparato ai primi sei mesi del 2019 e del 69% rispetto al 2020 (dato viziato dal rallentamento delle attività causa pandemia).

I risultati sono emersi dall’outlook semestrale di real estate Data hub,  strumento di analisi nato dalla collaborazione tra Re/Max Italia e Avalon Re Spa.

Dario Castiglia, ceo & founder di Re/Max Italia: “Questi risultati sono il frutto di una ricetta che abbiamo affinato nell’ultimo anno, che punta su asset quali innovazione tecnologica, formazione dell’agente immobiliare del futuro, utilizzo di tools esclusivi per offrire una customer experience al passo con le attuali dinamiche sociali. A questi si aggiungono i vantaggi derivanti da interventi governativi quali il Decreto Sostegni Bis e l’Ecobonus”. “Inoltre, la ritrovata dinamicità del mercato immobiliare nei primi sei mesi dell’anno è stata favorita anche dalla politica monetaria della BCE che si traduce in condizioni molto distese dei mercati finanziari e del credito bancario”, aggiunge Riccardo Bernardi, Chief Development Officer di 24Max, società di mediazione creditizia del Gruppo RE/MAX. Dal Credit Report 2° trimestre 2021 rilasciato da 24MAX emerge, infatti, il perdurare di una situazione di liquidità e di disponibilità nel concedere finanziamenti dedicati all’acquisto di immobili, con un tasso fisso mediamente dell’1,4%, e un variabile che si attesta intorno allo 0,75%.

Sul fronte previsionale, Castiglia aggiunge: “Nel secondo semestre potrebbe manifestarsi un raffreddamento dell’entusiasmo post lockdown che ha elettrizzato il mercato in questi mesi e che sicuramente è stato tra gli acceleratori della ripresa. Questo possibile affievolirsi della domanda dipenderà dall’andamento dell’economia e dai risvolti occupazionali legati allo sblocco dei licenziamenti e all’esaurimento degli ammortizzatori sociali straordinari”. Una visione prudenziale, forte però della crescita effettiva che il network Re/Max ha messo a segno nei primi sei mesi dell’anno in termini di fatturato, transazioni, volumi e numero di nuovi agenti affiliati alla rete. “La capillarità del nostro modello di business basato sullo studio associato ci permette di rispondere efficacemente alle nuove dinamiche del mercato, intercettando una domanda che ha acquisito nuovi lineamenti e che riconosce il valore dell’intermediazione immobiliare a discapito del fai da te”.

+6% di agenti affiliati Re/Max Holdings in Usa

Re/Max holdings, Inc. comunica di avere registrato nel secondo trimestre 2021 un aumento del numero totale di agenti del 6% che porta gli affiliati in Usa a quota 140.600 circa.

Crescita anche delle agenzie con 168 nuove aperture pari a un incremento che supera il 32%.

“Ciò ha determinato risultati finanziari da record, sicuramente favoriti da un mercato immobiliare estremamente vivace in questo momento storico”, commenta Adam Contos, ceo di Re/Max Holdings, Inc.

Parallelamente prosegue l’espansione di Re/Max nel mondo. Recentissimo l’annuncio della vendita dei diritti di Master Franchise in Pakistan ad American International Partners, LLC di proprietà di Muhammad Saleem, Rafay Qamar e Imran Gondal, tre imprenditori ambiziosi ed esperti. A questa si aggiunge l’accordo siglato con il veterano canadese di RE/MAX, Shiv Misir, e i suoi due soci per l’apertura in Guyana.

Nessun Commento

Rispondi