Quanto è sano il tuo edificio? Scoprilo con il WELL Performance Standard

405

La pandemia ha reso il mondo intero profondamente consapevole dell’importanza della qualità dell’aria e degli spazi per contenere l’impatto di una sfida devastante per le persone, le imprese e l’economia. Pianificando il rientro in presenza dei lavoratori, si è riaccesa l’attenzione sull’importanza della salubrità degli edifici: anche perché un ambiente sano offre molteplici vantaggi oltre alla sicurezza. Per valutare questo parametro così importante abbiamo a disposizione un nuovo strumento: WELL Performance Standard, pensato per incoraggiare proprietari e gestori di edifici a riconoscere le opportunità di applicare sistemi di monitoraggio e di ottimizzazione continua volti al miglioramento della salubrità degli immobili.

Perché è importante un edificio sano?

Schneider Electric ritiene che, affinché le organizzazioni prosperino, gli edifici in cui esse operano non debbano essere soltanto sostenibili, resilienti e iper-efficienti: devono anche essere incentrati sulle persone. Ciò significa trasformare i luoghi di lavoro perché siano più sani e innovativi, offrendo maggiore benessere e coinvolgimento agli occupanti: è una visione che l’azienda denomina “Buildings of The Future”.

Si tratta di scelte che fanno bene anche al business. Investire in edifici sani può portare a una maggiore fiducia e fedeltà dei dipendenti e ridurre i costi associati all’aspetto sanitario. Gli studi dimostrano che un edificio più sano può comportare 3,5 giorni di malattia in meno per dipendente, mentre un ambiente ben ventilato supporta un aumento del 101% dei punteggi in test cognitivi; vantaggi che aumentano se si tengono informati i dipendenti sui protocolli di sicurezza e li si aiuta a lavorare nella “nuova normalità degli ambienti di lavoro rimanendo il più produttivi possibile. Inoltre, un edificio più sano è spesso considerato anche più attrattivo e di valore, anche del 20% in termini di premio di locazione.

Per fortuna, oggi sono disponibili tecnologie per edifici intelligenti che possono aiutare qualsiasi edificio a diventare più sano e più confortevole. Queste tecnologie possono anche differenziare ulteriormente una proprietà nel mercato immobiliare commerciale. Inoltre, ci sono standard di benessere che possono aiutare e guidare i proprietari di edifici e i gestori di strutture nel raggiungimento dei loro obiettivi. Diamo un’occhiata a quello più popolare e in più rapida crescita, ovvero lo standard WELL.

Cos’è lo standard di costruzione WELL?

L’International WELL Building Institute (IWBI) è l’organizzazione leader a livello mondiale focalizzata sulla promozione di un approccio agli edifici incentrato sulle persone. L’IWBI amministra il WELL Building Standard (WELL), una “tabella di marcia” per la creazione e la certificazione di spazi che promuovono la salute e il benessere umano.

WELL misura la salute fisica e mentale attraverso 10 concetti fondamentali, tra cui aria, luce, comfort termico, movimento, mente, comunità e altro ancora. Lo standard WELL utilizza la verifica di terze parti di standard di prestazione, protocolli operativi e pratiche a livello aziendale.
WELL si allinea perfettamente con la visione di Schneider Electric di trasformare i luoghi di lavoro in ambienti che promuovono benessere e produttività per gli occupanti – e di garantire, come passo successivo – che la salubrità degli edifici sia mantenuta e costantemente ottimizzata durante l’intero ciclo di vita.

WELL Performance Rating

L’IWBI ha recentemente annunciato l’imminente lancio del WELL Performance Rating. Questa nuova designazione ricompenserà i proprietari di edifici e gli operatori per “l’utilizzo di parametri misurabili e convalidati delle prestazioni umane e degli edifici per ottenere informazioni sulla salute e il benessere delle persone all’interno e migliorare le condizioni nei loro spazi sulla base di tali informazioni”. La valutazione è progettata per aiutare a coniugare le metriche di costruzione e prestazioni sanitarie accelerando l’uso di “approcci più intelligenti e integrati per migliorare e migliorare il benessere e le prestazioni”.

Basato sul WELL Building Standard, questo nuovo sistema di classificazione richiederà il rispetto di specifiche soglie per i 10 concetti chiave sopra indicati, misurate utilizzando “dati quantitativi e qualitativi per tracciare, monitorare e migliorare le prestazioni sia degli edifici che delle persone all’interno. ” Le organizzazioni che vorranno aderire al nuovo WELL Performance Rating saranno supportate dalla rete globale di test e dalle organizzazioni che fanno parte di IWBI e da una comunità di professionisti accreditati in oltre 100 paesi.

Schneider Electric fa parte di un gruppo di leader del settore che ha contribuito allo sviluppo del WELL Performance Rating. Jean-Pascal Tricoire, Presidente e CEO di Schneider Electric, ha osservato: “Con il lancio odierno del WELL Performance Rating, siamo pronti a tracciare un percorso per ricostruire gli edifici del futuro e continuare a portare avanti la missione di lunga data di Schneider Electric di essere pionieri dell’integrazione soluzioni che sfruttano la potenza della digitalizzazione per raggiungere le massime prestazioni, efficienza e affidabilità, il tutto migliorando la salute degli occupanti”.

Supportare WELL con le tecnologie per la connettività negli edifici

Le tecnologie smart e integrate per il mondo building stanno già aiutando a migliorare la salute e l’esperienza degli occupanti di molti edifici nel mondo, rendendo i dipendenti più felici e il luogo di lavoro più produttivo. Queste soluzioni possono anche semplificare il percorso per ottenere la conformità a standard come il WELL Performance Rating.

I dispositivi connessi negli edifici tengono traccia di tutto, dai parametri di comfort ambientale alla qualità dell’aria interna (ad es. CO 2 e composti organici volatili) al movimento delle persone. Ogni aspetto delle condizioni di alimentazione e del consumo di energia viene inoltre misurato e analizzato accuratamente.

“Con questi input, la salute e le prestazioni dell’edificio possono essere ottimizzate automaticamente in modo reattivo e unificato. Ad esempio, se viene rilevato un aumento di CO 2 e/o una maggiore densità di persone, il sistema di gestione dell’edificio (BMS) risponderà aumentando la ventilazione in quella zona. Sarà anche vero il contrario, però: una zona a bassa occupazione attiverà il BMS per ridurre la ventilazione – e forse anche ridurre il riscaldamento, il raffreddamento o l’illuminazione – per risparmiare energia. In questo modo, il miglioramento della salute indoor è controbilanciato dal raggiungimento degli obiettivi di efficienza e decarbonizzazione.

Questa stessa rete di sensori VOC e di occupazione può garantire che le squadre di manutenzione degli edifici puliscano i posti giusti al momento giusto, contribuendo a garantire la sicurezza e ottimizzando tempi e costi. E le più recenti app integrate, pensate per coinvolgere i dipendenti nell’interazione con l’ambiente di lavoro, terranno i dipendenti informati sulle aree “sicure” per evitare il sovraffollamento, dare loro un controllo touch-free sui parametri di comfort della sala e per consentire una prenotazione efficiente delle sale riunioni. Queste e altre comode funzioni possono tradursi in guadagni di produttività.

Oltre a queste potenti funzionalità, le più recenti soluzioni per edifici intelligenti utilizzano la raccolta continua di dati e strumenti di analytics i per semplificare la creazione di report sullo stato di salute e sulle prestazioni degli edifici. I report possono essere condivisi regolarmente con organizzazioni di test di terze parti, come quelle che valutano la conformità al WELL Performance Rating. Ciò semplifica il raggiungimento e il mantenimento della certificazione. E questi stessi strumenti possono essere utilizzati per supportare altri sistemi di classificazione degli edifici, come LEED.

Schneider Electric: partner per edifici più sani, smart ed efficienti

Schneider Electric è leader nella fornitura di soluzioni integrate che consentono edifici più sostenibili, efficienti, resilienti e sani. Nella sua attività, partner e programmi di alto livello contribuiscono alla realizzazione di questa visione. Un esempio è la stretta collaborazione con IWBI per supportare i requisiti di reporting dei dati richiesti per ottenere il WELL Performance Rating. Le nostre soluzioni EcoStruxure Building aiutano a promuovere una maggiore visibilità e il miglioramento di tutti gli aspetti operativi nel settore building, per aiutare i proprietari e i gestori delle strutture a rendere i loro edifici e le loro attività pronti per il futuro.

Ulteriori dettagli sono disponibili nella “Guida per realizzare edifici con ambienti più sani” di Schneider Electric.

di Francesco Rossi, Real estate segment manager di Schneider Electric

Questo articolo è stato pubblicato in origine su www.blog.se.com a firma di Mike Kazmierczak, vicepresidente marketing, Schneider Electric Digital Energy Division & Buildings End Market.

Nessun Commento

Rispondi