La Rsa Ca’ dei Fiori si automatizza con EcoStruxure di Schneider

538
residenza rsa ca dei fiori

La residenza sanitaria assistenziale Ca’ dei Fiori è una struttura per ospiti non autosufficienti, che si trova a Quarto d’Altino, nel parco naturale regionale del fiume Sile – nei pressi di Venezia.  Nel quadro di un progetto di riqualificazione e recupero, la rsa ha comunicato l’adozione delletecnologie Schneider Electric EcoStruxure per il settore degli edifici in ambito sanitario.

La Rsa è un centro che dispone di 50 posti letto convenzionati con la Usll3 Serenissima, distribuiti in 30 camere da letto doppie o singole dotate di ogni comfort tecnologico per l’igiene, per lo svago, per i supporti necessari alle terapie e ai servizi.

Numerose sale dedicate ad attività di cura e sociali quali palestra, area benessere, sala feste, biblioteca, sala tv; sono poi presenti le strutture di servizio generale, come ad esempio la cucina.

La struttura della Rsa nasce nel contesto storico di un’antica villa, legata alla repubblica di Venezia.  L’adozione delle tecnologie per la gestione dell’edificio proposte da Schneider Electric è avvenuta quindi in un contesto sfidante: un progetto di riqualificazione e recupero di un edificio protetto, che prevedeva anche un ampliamento con una nuova costruzione molto più moderna.

“Date le particolarità storiche e naturalistiche, si è lavorato per fare sì che le esigenze degli occupanti e la loro quotidianità fossero soddisfatte con il supporto di tecnologie non impattanti dal punto di vista estetico, ma capaci di gestire con efficienza la termoregolazione degli ambienti, l’illuminazione, la motorizzazione delle aperture scorrevoli, la sicurezza eccetera” spiega l’architetto Marco Giacuzzo di Giacuzzo architecht che ha lavorato al progetto.

Il tutto è stato realizzato affrontando anche sfide tecniche non indifferenti, quali la necessità di evitare l’installazione di una cabina di media tensione (nonostante la struttura sia molto energivora) a causa del contesto archeologico del sito di costruzione e della prossimità con il fiume Sile.  “Con una sola azienda siamo stati in grado di rispondere a molte domande” conferma l’architetto.

La soluzione: EcoStruxure Building nel settore sanitario

La piattaforma EcoStruxure Building di Schneider Electric ha consentito di rispondere a tutte le molteplici esigenze.

  • Mitigazione dei consumi di energia: integrando l’energia prodotta da pannelli fotovoltaici con soluzioni di distribuzione elettrica ad alta efficienza e adottando un software di gestione che permette di ottimizzare costantemente l’operatività apparecchiature e dei sistemi, è stato possibile ridurre la domanda energetica.
  • Controllo dei parametri ambientali: grazie al software EcoStruxure Building Operation il personale della struttura può tenere sotto controllo facilmente i parametri ambientali dell’edificio – dal controllo della temperatura nei diversi ambienti fino alla regolazione della luminosità – e gestire le informazioni relative alla sicurezza.
  • Efficienza operativa: il software presenta sempre le informazioni necessarie quando, dove e come viene richiesto dall’utente; la visualizzazione dei consumi, la programmazione oraria con calendari di semplice utilizzo, la possibilità di generare report con un singolo click rendono molto più efficiente il lavoro degli operatori, e aiutano a garantire un ambiente sempre salubre e confortevole per gli occupanti.   Anche i pannelli di controllo della temperatura installati negli ambienti sono parte integrante della soluzione EcoStruxure.
  • Sicurezza per le persone: sono stati installati sensori di rilevamento fumo e lampade di illuminazione di emergenza, parte integrante della soluzione EcoStruxure Building.

Nell’insieme il progetto realizzato ha offerto molteplici benefici alla Rsa Ca’ dei Fiori, sia dal punto di vista economico, sia dal punto di vista operativo.  Ha garantito miglior comfort e benessere a ospiti e personale, ha ridotto notevolmente l’impatto visivo dei dispositivi tecnologici in campo, per garantire un ambiente il più possibile vicino alla quotidianità; ha creato un risparmio energetico che arriva fino al 30% e prodotto efficienze grazie all’integrazione degli impianti; ha unito in un unico strumento software molto intuitivo tutta la gestione e il monitoraggio dell’edificio.

La soddisfazione del cliente è confermata da Michele Basso, direttore della Rsa: “L’obiettivo era quello di realizzare un ambiente che fosse il più sostenibile e adattabile all’esigenze dell’anziano e con la piattaforma EcoStruxure l’abbiamo raggiunto. Schneider è riuscita a mettere in un unico sistema la gestione di tutta la struttura”.

Nessun Commento

Rispondi