Home Styling e imprese dell’arredo e design: l’immobile diventa testimonial

855

La sinergia tra chi produce e distribuisce arredo e prodotti di design con chi si occupa di marketing immobiliare attraverso l’home styling e l’home staging può fare una grande differenza e delinea anche nuovi scenari professionali. L’immobile stesso può, infatti, diventare vero e proprio “testimonial” di marchi del design e dell’arredo, vetrina di eccellenza di prodotti che diventano elementi distintivi di una valorizzazione anche se temporanea come accade, appunto, nell’home staging.

Cristina Riva, di Spazio RivaViva, e la home stylist Sonia Abbondi, da anni promotrici di questo modello di impresa, raccontano la propria esperienza virtuosa e l’importanza di fare sinergia tra settori diversi della filiera immobiliare.

Un immobile o anche solo un ambiente (si pensi, ad esempio, a un negozio o uno show room di arredo) può valorizzare le proprie potenzialità attraverso l’uso di arredi o anche di oggetti carichi di personalità, a dimostrazione che l’home staging o l’home styling non devono essere per forza interventi “spersonalizzanti”.

Cristina e Sonia ci parlano anche di come sia cambiato il mercato dell’arredo, in termini di prodotti e di materiali, con i nuovi modi di abitare gli spazi a seguito della pandemia. Nuove esigenze e anche nuove aspettative, maggiore sensibilità per la qualità di elementi e materiali. E sottolineano quanto sia importante far parte di network che coinvolgano altri attori come costruttori, agenti immobiliari e imprese di arredo e design: così si possono affermare la forza delle competenze e del valore di prodotti e servizi ma anche l’importanza dell’etica professionale, dell’uso di contratti a norma e del rispetto di codici comportamentali.

Proprio come nel caso del Network dell’Abitare di Qualità costituito qualche anno fa da Federmobili, Fimaa Milomb e Assimpredil Ance.

Valorizza-Re – https://www.facebook.com/Valorizza.ReTeam/

Nessun Commento

Rispondi