Fondazione Cariplo promuove “la bellezza ritrovata”

422

Un primo bando dedicato alla tutela e alla valorizzazione del paesaggio è promosso dall’Area Arte e Cultura di Fondazione Cariplo nell’ambito dell’obiettivo “Nuova partecipazione culturale”. Scadenza prevista: 28 aprile 2022.

“L’Italia è il Paese conosciuto in tutto il mondo per l’importante patrimonio culturale, storico e paesaggistico – introduce Giovanni Fosti, presidente Fondazione Cariplo -, rappresentato sia dalle grandi eccellenze nazionali, sia dalla capillare diffusione di monumenti e testimonianze artistiche ed architettoniche. A questa indiscussa caratteristica, si contrappone la presenza di interventi antropici, stratificati nel tempo, e spesso irrispettosi del paesaggio, collocati sia nelle aree urbane, sia nei contesti extraurbani. Ripristinare la bellezza, attraverso l’individuazione di soluzioni che possano contribuire a ristabilire l’integrità di un contesto originario, è una delle azioni possibili per la valorizzazione del paesaggio, nelle sue componenti naturali e culturali, e per la promozione dei valori ad esso connessi. La tutela del paesaggio è infatti volta a riconoscere, salvaguardare e, ove necessario, recuperare i valori culturali che esso esprime”.

Il coinvolgimento delle comunità in questi processi è un elemento decisivo nell’educazione al rispetto del paesaggio e alla cura dei luoghi, nonché per favorire la consapevolezza che vivere in un paesaggio ritrovato e rispettato possa contribuire a migliorare la qualità della vita delle persone. Il bando ha l’obiettivo di sostenere progetti volti a ripristinare e valorizzare determinati contesti paesaggistici, deteriorati da manufatti incoerenti, particolarmente invasivi o in stato di degrado, attraverso azioni di mitigazione e, laddove necessario, eliminazione di porzioni di immobili o di eventuali superfetazioni incoerenti.

“Realizzati avvalendosi del supporto di professionisti del settore – precisa Andrea Mascetti, coordinatore della Commissione Arte e Cultura di Fondazione Cariplo -, i progetti candidati dovranno essere volti a ripristinare l’integrità e la bellezza di determinati contesti paesaggistici, che saranno scelti dai proponenti, anche attraverso processi di ascolto delle comunità di riferimento. Le azioni potranno prevedere, a titolo esemplificativo, l’utilizzo di forme artistiche, installazioni di design e site-specific o il ricorso all’utilizzo del verde. Le iniziative dovranno dimostrare in maniera chiara e comprensibile, anche attraverso il supporto di elaborati grafici, il risultato finale dell’intervento di riprogettazione, di ripristino e di rinaturalizzazione dell’area”.

Bando Fondazione Cariplo. (pdf)
Contatti Fondazione Cariplo.

di Danilo Premoli – Office Observer
Archivio Architettura
 

Nessun Commento

Rispondi