I vincitori del XXVI Compasso d’Oro ADI

371

Per la prima volta nei nuovissimi spazi dell’ADI Design Museum (che apriranno ufficialmente nel dicembre 2020) e in una piazza milanese che porta il nome del Compasso d’Oro, si è tenuta la premiazione del più importante riconoscimento del design italiano.

Ai 18 premi Compasso d’Oro, assegnati dalla Giuria internazionale presieduta da Denis Santachiara e composta da Luca Bressan, Virginio Briatore, Jin Kuramoto, Päivi Tahkokallio, si sono aggiungono 9 premi Compasso d’Oro alla carriera, 3 premi Compasso d’Oro alla carriera internazionali e, novità significativa di questa edizione, anche 3 premi Compasso d’Oro alla carriera del prodotto, assegnati a oggetti cui il design ha garantito non solo il successo ma anche una straordinaria durata: progettati da decenni sono ancora felicemente in produzione.

“La recentissima emergenza virale ha evidenziato come questo nostro mondo sia profondamente interconnesso – ha detto Luciano Galimberti, presidente ADI -: sviluppo, sostenibilità e responsabilità, le parole chiave di questa edizione del Compasso d’Oro, non possono più essere affrontate separatamente, anzi rappresentano una complessità originale, dove le ragioni dello sviluppo si devono misurare con quelle della sostenibilità e della responsabilità allargata ben oltre i confini del pragmatismo tendente a far coincidere la verità con l’utilità”.

XXVI Compasso d’Oro e motivazioni della Giuria

Chakra
Azienda: Universal Selecta
Design: Eugenio Pasta – R&D Universal Selecta
Tipologia: arredi e complementi per l’ufficio
“Sistema avanzato di protezione termica e acustica, non privo di eleganza e trasparenza. Separare senza escludere”.

Aero
Azienda: Momodesign
Design: Paolo Cattaneo, Klaus Fiorino – Momodesign
Tipologia: accessorio per la persona
“La visiera a filo con la calotta genera un’estetica fluida e aerodinamica”.

AK/25
Azienda: Aboutwater (Boffi e Fantini)
Design: Kim Paik Sun
Tipologia: sanitari e accessori per il bagno
“Una struttura solida, un progetto elegante, severo e inaspettato, frutto del dialogo costruttivo tra due aziende italiane e un designer orientale”.

Arrangements
Azienda: Flos
Design: Michael Anastassiades
Tipologia: apparecchi di illuminazione
“Una danza di minimalismo, geometria e tecnologia; interpreta bene i led e sa trasformarli in emozione”.

Brand Identity Le Gallerie degli Uffizi
Azienda: Gallerie degli Uffizi
Design: Carmi e Ubertis Milano
Tipologia: corporate identity
“Sintesi di valori e identità condensati in un monogramma simbolico. Semplicità e unicità garantiscono la riconoscibilità e scoraggiano le imitazioni”.

D-Heart
Azienda: D-Heart
Design: Design Group Italia
Tipologia: attrezzature medicali e ospedaliere
“Rende familiare la tecnologia medica e la traspone nella vita quotidiana. Non fa paura e permette al paziente di essere seguito a distanza”.

E-Lounge
Azienda: Repower
Designer: Antonio Lanzillo & Partners
Tipologia: arredo urbano
“Una nuova tipologia di prodotto in grado di unire diversi aspetti progettuali: digitale, sharing economy, cultura del vicinato, arredo urbano, connessione. Impresa che si fa interprete dello spirito dei tempi attraverso il design”.

Enel X Juicepole/Juicebox
Azienda: Enel X
Design: Defne Koz, Marco Susani – Koz Susani Design
Tipologia: stazione di ricarica per veicoli elettrici
“Introduce nella quotidianità del paesaggio urbano, in modo discreto e non invasivo, una tecnologia utile e innovativa come la ricarica elettrica”.

Eutopia
Azienda: Gomez Paz Design & Crafted
Design: Francisco Gomez Paz
Tipologia: arredi e complementi per la casa
“Oltre al design del prodotto è interessante il design del processo; realizzato in Argentina con materiali naturali del territorio, poveri e rinnovabili”.

Ferrari Monza SP1
Azienda: Ferrari
Design: Flavio Manzoni – Ferrari Design
Tipologia: automobile
“La capacità di proiettarsi nel futuro facendo tesoro della memoria e senza cadere nel vintage”.

Food for soul
Azienda: Food for soul
Design: Food for soul
Tipologia: progetto sociale
“Unisce due mondi che normalmente vengono tenuti a distanza: il mondo del bisogno e quello dell’arte. Nutre il corpo evitando gli sprechi e conforta lo spirito attraverso l’estetica”.

Formula E Caliper
Azienda: Brembo
Design: Brembo
Tipologia: componenti di automobili
“Meno inquinamento e più efficienza, uniti a un accurato design. Finalmente un freno pensato per le auto elettriche”.

Hannes
Azienda: IIT Istituto Italiano di Tecnologia, Inail Centro Protesi
Design: Lorenzo De Bartolomeis, Gabriele Diamanti, Filippo Poli – Ddpstudio
Tipologia: protesi e strumenti per gli anziani
“Il design si rivela uno strumento indispensabile per aiutare le persone in difficoltà a riappropriarsi del proprio futuro. Tecnologia ed estetica aiutano a superare un disagio psicologico e un deficit fisico”.

Il mare a Milano
Azienda: Sanlorenzo
Design: Studio Neo
Tipologia: mostra
“Un riconoscimento alla capacità italiana di declinare il paesaggio immersivo/digital landscape con visioni poetiche e riferimenti artistici”.

Outcut
Azienda: Outcut
Design: Rocco Carrieri, Pietro Carrieri
Tipologia: imbarcazione
“Capace di attraversare il mare senza possederlo. Leggerezza, tecnologia amichevole, flessibilità che facilita il trasporto. Consente anche a chi ha pochi mezzi di vivere un’innovativa esperienza nautica”.

Pieces of Venice
Azienda: Pieces of Venice – Benefit Company
Design: Luciano Marson
Tipologia: riciclo di materiali dismessi
“Nell’abuso e nella banalità dei souvenir contemporanei, questo è un progetto di recupero materiale e culturale, che trasmette identità, storia, ironia e autenticità”.

Rua
Azienda: TM Italia
Design: Ruadelpapavero
Tipologia: sistema per cucina
“L’utilizzo dell’innovazione tecnologica di un unico materiale ceramico per il piano di lavoro e il piano di cottura genera una nitida sorpresa estetica”.

Spazio
Azienda: Falmec
Design: Francesco Lucchese – Lucchesedesign Studio
Tipologia: arredi e complementi per la casa
“Sorprendente nella sua semplicità. Incrocio armonico fra pulizia formale, accessibilità economica e sobrietà”.

Compasso d’Oro alla carriera

Rossella Bertolazzi, Gilda Bojardi, Marco Ferreri, Carlo Forcolini, Carlo Molteni, Piero Molteni, Anty Pansera, Vanni Pasca Raymondi, Eugenio Perazza, Nanda Vigo, Emilio Ambasz, Nasir Kassamali & Nargis Kassamali, Jasper Morrison.

Compasso d’Oro alla carriera del prodotto e motivazioni della Giuria

Arco
Design: Pier Giacomo Castiglioni e Achille Castiglioni (1962)
Prod.: Flos
“Innovazione tipologica nel settore illuminotecnico, è stata capace nel tempo di diventare icona per l’intero design italiano nel mondo”.

Nathalie
Design: Vico Magistretti (1978)
Prod.: Flou
“Innovazione tipologica nel settore del letto tessile, rappresenta nel tempo un esempio di funzionalità e di poetica”.

Sacco
Design: Piero Gatti, Cesare Paolini e Franco Teodoro (1968)
Prod.: Zanotta
“Innovazione tipologica nel settore dell’imbottito, rappresenta nel tempo la libertà dai convenzionali stili d’uso”.

Il catalogo è in vendita online sul → sito ADI.

di Danilo Premoli – Office Observer
 

Nessun Commento