Värde Partners acquisisce il 20% del costruttore Borio Mangiarotti

Lazard in qualità di advisor finanziario e Gianni Origoni Cappelli Grippo & Partners in qualità di advisor legale hanno assistito Borio Mangiarotti spa; BNP Paribas e DLA Piper sono stati rispettivamente advisor finanziario e legale per Värde Partners.

Il fondo di private equity americano Värde Partners ha acquisito il 20% della società di costruzioni Borio Mangiarotti Spa attraverso un aumento di capitale riservato.

SEIMILANO è uno dei progetti sviluppato nell’ambito della partnership tra le due società, prevede la riqualificazione di un’area di oltre 30 ettari nella zona ovest di Milano per un investimento di oltre 250 milioni di euro. Il masterplan, firmato dall’architetto Mario Cucinella, prevede lo sviluppo nei prossimi tre anni di circa mille appartamenti (di cui la metà destinati a edilizia convenzionata), di oltre 30.000 mq di uffici in classe A, di circa 10.000 mq di retail e di un parco pubblico di 200.000 mq, progettato dall’architetto paesaggista francese Michel Desvigne.

Obiettivo di Borio Mangiarotti, con l’ingresso in società di Värde Partners, è lo sviluppo residenziale in Italia verso un modello più orientato ai servizi, alla sostenibilità ambientale e all’innovazione tecnologica.

Dla Piper ha affiancato Värde Partners con un team coordinato dal partner Francesco De Blasio e composto dal lead lawyer Francesco Macrì e Marta Gervasio per gli aspetti real estate investment, la partner Carmen Chierchia, con l’avvocata Federica Ceola, ha curato gli aspetti di town planninge e il partner Matteo Almini, con gli avvocati Daniele Sotgiu e Ornella Vastola, ha seguito gli aspetti corporate m&a.

Borio Mangiarotti, è stata assistita dallo studio Gianni Origoni Cappelli Grippo & Partners con un team composto dai partner Roberto Cappelli, Maria Grazia Lanero, Valentina Dragoni e Gianfranco Toscano, coadiuvati dall’associate Alessandro Antoniozzi.

Ludovici Piccone & Partners ha seguito gli aspetti fiscali dell’operazione con i soci Pietro Piccone Ferrarotti e Stefano Tellarini e gli associate Pietro Bricchetto, Ludovica Lorenzetto e Michele Tarantino.

Professionisti coinvolti: Matteo Almini – DLA Piper; Federica Ceola – DLA Piper; Carmen Chierchia – DLA Piper; Francesco De Blasio – DLA Piper; Francesco Macrì – DLA Piper; Daniele Sotgiu – DLA Piper; Ornella Vastola – DLA Piper; Alessandro Antoniozzi – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Roberto Cappelli – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Valentina Dragoni – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Maria Grazia Lanero – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Gianfranco Toscano – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Pietro Bricchetto – Ludovici Piccone & Partners; Ludovica Lorenzetto – Ludovici Piccone & Partners; Pietro Piccone Ferrarotti – Ludovici Piccone & Partners; Michele Tarantino – Ludovici Piccone & Partners; Stefano Tellarini – Ludovici Piccone & Partners;

Studi Legali: DLA Piper; Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Ludovici Piccone & Partners;

Clienti: Borio Mangiarotti S.p.a.; Värde Partners;

 

Nessun Commento