Varata la prima biblioteca galleggiante

173

È stato presentato, nella darsena Mar di Levante all’interno del porto di Bari, il progetto Bari Social Boat, risultato della collaborazione tra il Centro Giustizia Minorile per la Puglia e la Basilicata e l’assessorato al Welfare del Comune di Bari.

Il progetto, realizzato in rete con Bari Social Book nell’ambito del bando “Città che legge” 2018, ha previsto l’inaugurazione della prima “Biblioteca a vela sul Mare” su una barca a vela da 12 metri confiscata alla mafia, restaurata grazie a un progetto di formazione professionale finanziato dal dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità in favore di minori e giovani adulti coinvolti nel circuito penale.

Le attività di ripristino hanno visto il coinvolgimento di dodici ragazzi, organizzati in tre gruppi; contemporaneamente, a cura dell’assessorato al Welfare, è partito l’allestimento della biblioteca con testi cartacei ed ebook con una dotazione libraria collegata ai temi del viaggio/mare/accoglienza, e dotata di supporti informatici per la consultazione di servizi multimediali. Ospiterà attività di promozione della lettura differenziate nel periodo invernale ed estivo.

In inverno, da ottobre a maggio, Bari Social Boat proporrà un’attività mensile di promozione della lettura in porto, mentre in estate, da giugno a settembre, sarà impegnata in incontri e attività di promozione della lettura (letture ad alta voce e fabulazioni teatrali) proposti in navigazione lungo il litorale metropolitano. Inoltre, nell’ambito della terza edizione del Festival del libro sociale e di comunità, ospiterà autori e autrici, illustratori e illustratrici nel corso di incontri di presentazione di libri e momenti di lettura.

Le azioni previste stimoleranno la dimensione culturale, ludico-sportiva, di orientamento e sensibilizzazione. Sul piano strettamente culturale, saranno proposti programmi di avvicinamento alle storie narrate “sul” mare e “dal” mare, secondo il punto di vista di autori locali e internazionali. Il calendario delle attività prevede inoltre momenti narrativi, a terra e a mare, e pièce artistiche e musicali a tema, con il coinvolgimento di artisti locali. La dimensione ludico-sportiva sarà promossa attraverso l’organizzazione d’incontri con personaggi e testimonial del mondo degli sport nautici, e con la partecipazione ad eventi e manifestazioni, in affiancamento a sportivi e team professionistici. Saranno organizzati, inoltre, calendari di mini crociere per piccoli gruppi. Le esperienze di orientamento e sensibilizzazione saranno realizzate negli ambiti professionali (darsena Mar di Levante, docks del Porto di Bari, Capitaneria e Autorità Portuale) dove imprenditori e lavoratori illustreranno ai ragazzi coinvolti nel progetto storia, caratteristiche e prospettive del loro lavoro.

di Danilo Premoli – Office Observer
 

Nessun Commento