Sorgente Sgr commissariata da Bankitalia

Il presidente di Sorgente Group Valter Mainetti

Blitz della Banca d’Italia che a sorpresa mette Sorgente Sgr in amministrazione straordinaria. La società di gestione immobiliare che fa riferimento a Valter Mainetti è finita sotto la lente della vigilanza che intende garantire l’attività aziendale e la piena tutela dei diritti degli investitori e dei creditori sociali. La decisione conseguente è stata quindi di disporre lo scioglimento il cda e di sottoporre la Sgr a commissariamento.

A gestire la procedura ora sarà il commissario straordinario Elisabetta Spitz, da poco uscita da Invimit, di cui è stata a lungo amministratore delegato. Al suo fianco è stato confermato il direttore generale della Sgr, Carlo Petagna.

Sorgente Group Italia esprime sorpresa e perplessità per il provvedimento della Banca d’Italia – si legge nella nota della società di Mainetti nel quale si specifica che – al di là delle motivazioni del provvedimento che si riferiscono a violazioni normative e irregolarità nell’amministrazione, che potranno essere approfondite, va ricordato che l’iniziativa di Banca d’Italia, volta a garantire l’attività aziendale e la piena tutela dei diritti degli investitori e dei creditori sociali, si inserisce nel contesto della controversia in atto dal mese di agosto 2015 fra la Fondazione Enasarco e Sorgente Sgr, che ha dato origine ad atti giudiziari da entrambe le parti, nonché ad apposite audizioni parlamentari”. Va sottolineato che, come si evince dal comunicato diramato dal Gruppo Sorgente, “dallo scorso giugno la governance della sgr era stata rinnovata”.

Nessun Commento