Roj: “Lavoro in remoto e nuove modalità di utilizzo degli spazi per ripartire”

1168

L’architetto Massimo Roj, amministratore delegato di Progetto CMR, uno dei leader globali nelle attività di progettazione e architettura, spiega a Re2 quali potranno essere le conseguenze della pandemia da Covid-19 sul settore.

“Quando il problema sarà sotto controllo, diciamo nella seconda fase della fase 2 e ci sarà maggior sicurezza certamente cambieranno molte cose – dice Roj – perché questa cicatrice che ci porteremo adesso rimarrà per anni. Ma potrebbe rivelarsi anche un elemento fondamentale per il cambiamento. Anche architettonico. Non dimentichiamo, per fare un esempio, che a seguito della peste del ‘600 sono stati chiusi i canali di scolo a cielo aperto che solcavano le vie cittadine, sono stati creati impianti fognari, allargate le strade… “.

“Sono sicuro – prosegue l’architetto Roj – che entrati in fase 2 ci sarà un cambiamento degli spazi pubblici, di quelli della vita quotidiana e anche nei luoghi di lavoro e della socializzazione”.

Nessun Commento