Ridisegnare Milano in sicurezza

145

Dai distanziatori alla segnaletica verticale e orizzontale per gestire gli accessi, dai nuovi arredi e soluzioni innovative che ottimizzino lo spazio all’aperto al layout dei locali garantendo il distanziamento sociale, senza rinunciare alla convivialità e alla sicurezza. Sono questi alcuni temi suggeriti dal Comune di Milano per una consultazione rivolta in particolare a creativi e designer finalizzata alla realizzazione di un albo di idee utili per la riapertura di botteghe storiche, attività al dettaglio, mercati coperti e scoperti, oltre a bar e ristoranti e dei loro spazi esterni.

“Mai come ora – ha dichiarato l’assessore alle Politiche del Lavoro, Attività produttive e Commercio, Cristina Tajani – abbiamo bisogno dell’immaginazione di designer, architetti e creativi per individuare soluzioni capaci di conciliare la sicurezza e il distanziamento sociale con i bisogni di socialità e della fruizione di negozi e servizi. Quello che vogliamo realizzare è un “albo di idee” rivolte in particolar modo alle realtà di piccole e medie dimensioni, che facilitino la collaborazione tra soggetti privati con la finalità di garantire la massima sicurezza per gli operatori e i clienti”.

I progetti e le proposte potranno essere presentati da società, associazioni, fondazioni, liberi professionisti, scuole di design, sia di carattere pubblico che privato. I progetti verranno periodicamente valutati, discussi e inseriti all’interno di un catalogo virtuale consultabile gratuitamente da commercianti e operatori interessati direttamente sui canali istituzionali dell’Amministrazione. La scadenza per la presentazione delle proposte è fissata al 31.12.2020, la domanda di partecipazione dovrà essere presentata utilizzando l’apposito Modulo di Adesione scaricabile a questo link.

Questi i parametri di valutazione: qualità della soluzione progettuale (sarà valutata la qualità estetica, l’originalità e la rispondenza della soluzione proposta ai vincoli normativi in materia di Covid-19); flessibilità e adattabilità (modularità e possibilità di adattare la soluzione progettuale proposta ai diversi contesti e alle diverse tipologie di spazi); fattibilità ed economicità (concreta possibilità di realizzazione delle idee progettuali in termini di rapporto costi-benefici e di tempi necessari per la messa in opera); efficacia (capacità di coniugare funzionalità operativa ed efficacia in termini di prevenzione sanitaria). I partecipanti saranno informati tramite posta elettronica della valutazione della commissione prima della pubblicazione della loro proposta sul sito yesmilano.it e sui canali web dell’amministrazione.

di Danilo Premoli – Office Observer
 

Nessun Commento