Eredità Prince, immobili e diritti d’autore legati a doppio filo

430
Il cantante Prince in concerto

Prince Rogers Nelson, in arte Prince più una serie di altri nomi scelti durante la lunga carriera del musicista di Minneapolis per questioni di diritti d’autore contesi con le major discografiche, ha lasciato milioni di fan scioccati per la sua morte improvvisa. E non solo, tra i suoi lasciti c’è anche un patrimonio immobiliare milionario, e soprattutto tutti i diritti di album e brani pubblicati, nonché un archivio di oltre 100 canzoni inedite, i cui valori fanno una somma molto più alta.

Davvero tanta roba, per la cui assegnazione è facile prevedere che a breve si apriranno dispute legali tra gli eredi. In assenza di figli e mogli (sono due però le ex consorti), e di un testamento, la prima a farsi avanti è stata la sorella, Tyka Nelson, che ha presentato una richiesta alla corte statale della contea di Carver, a Minneapolis, per essere nominata amministratore del patrimonio immobiliare del fratello. E non si tratterebbe di una domanda fatta di getto: in ballo non ci sono solo le decine di milioni di immobili, ma anche le possibili centinaia legate alla musica dell’artista.

Le tenute del Principe

  • Il Pasley Park Studio, a Chanhassen, è la proprietà più nota di Prince. Qui il cantante incideva le sue canzoni e si esibiva in occasione delle presentazioni di nuovi dischi o tournée, che si estende su una superficie di oltre 3,6 ettari e ha un valore stimato di oltre 7,1 milioni di dollari, secondo quanto emerge dalla documentazione fiscale conservata presso la contea di Carver.
  • Gli immobili e i terreni al 7021 di Galpin Boulevard, che si estendono per oltre 75 ettari e hanno un valore stimato di 16,43 milioni di dollari, sempre secondo i dati della contea.
  • Le proprietà di Newtown Avenue North, a Minneapolis, costruiti nel 1904 e che furono una delle case dove Prince passò l’infanzia hanno un valore di 87mila dollari.
  • Una villetta unifamiliare a King Creek Road, in Golden Valley, costruita nel 1985, con il terreno circostante per un valore di 430mila dollari.
  • Un lotto non ancora sviluppato di 3.600 metri quadrati, ad Aztec Drive in Eden Prairie, del valore di 247mila dollari. Pare che il lotto fosse stato acquistato per costruirvi lo studio di registrazione, ma il permesso di costruzione fu revocato a seguito delle lamentazioni dei vicini sui possibili problemi, soprattutto di rumore, che lo studio avrebbe potuto provocare.

Il nome di Prince, inoltre, è legato a tutta una serie di proprietà in giro per gli Usa. Il cantante possedeva appartamenti a New York, Beverly Hills, e in New Jersey, Virginia e Tennessee.

Ma più preziosi degli immobili sono i diritti d’autore sulle canzoni di Prince, che il cantante si ricomprò nel 2014 da Warner Bros per averne un controllo più diretto ed evitare accordi di distribuzione in streaming, e l’archivio di brani inediti che sarebbero stati ritrovati in una cassaforte a Pasley Park. E in assenza di un testamento il loro destino potrebbe seguire proprio quello che prenderanno gli immobili. In particolare degli studios.

Nessun Commento