Prelios all’evento Credito al credito 2017 di Abi

160

In occasione dell’Evento “Credito al Credito 2017” organizzato da ABI presso Palazzo Altieri a Roma era presente anche Prelios Valuations, insieme a molti altri esponenti di istituzioni, mondo bancario e imprenditoriale, per fare il punto sulla funzione del credito nello sviluppo dell’economia italiana.

Luke Brucato, head of business development di Prelios Valuations: “Come società di valutazione e nei servizi professionali correlati di immobili e patrimoni immobiliari presente sul mercato da ormai 20 anni, crediamo che la tecnologia e i dati rappresentino un’opportunità per sostenere la ripartenza del mercato dei mutui ipotecari secondo logiche innovative e più cautelative di prima. Stiamo incoraggiando le banche ad iniziare a guardare gli immobili posti a garanzia dei crediti con la stessa attenzione con la quale analizzano il merito di credito del debitore. Per questo abbiamo incorporato oltre 300 categorie di big data socio demografici per esprimere un indicatore di rischio legato ad ogni singolo immobile analizzato e abbiamo estrapolato oltre 50 anni di serie storiche di prezzi e transazioni per proiettare i valori futuri di questi immobili. Il lavoro fatto con Brave m&t (spinoff del Politecnico di Milano), Microsoft, Consodata e Agic Technology ha permesso a Prelios Valuations di mettere a fattor comune dati ed expertise immobiliari e dare vita a Premium – Real Estate Risk Platform. La tecnologia mette in luce i cambiamenti economici e socio-demografici che stanno avendo luogo in Italia. In questo contesto quindi l’utilizzo dei Big Data in ambito immobiliare può essere combinato con le esigenze della banca, andando incontro alle loro necessità commerciali: innanzitutto aiutandole ad individuare ex-ante le aree più convenienti per concedere finanziamenti in base alle caratteristiche del territorio, rese note dalla sua mappatura tramite l’indice di rischio. In seguito, monitorando in maniera continuativa ed esaustiva le garanzie ai finanziamenti nel corso della loro durata, le banche otterrebbero numerosi vantaggi in termini di risk management e di costi, utilizzando anche metodi predittivi. Infine, in ambito NPL un monitoraggio accurato sull’immobile permetterebbe di accrescere le capacità di prevenzione della banca, rilevando le posizioni deteriorate in anticipo”.

Nessun Commento