Miami Beach verso una pianificazione urbana più verde

165

I vicoli di South Beach potrebbero essere botanizzati con alberi e piante, coperti con pannelli solari, e ricostruiti con passerelle coperte e collettori di acqua piovana, secondo un’analisi di una società di pianificazione, in un rapporto chiamato The Space Between. La proposta sarebbe guidata dai principi del tight urbanism (urbanismo stretto).

L’iniziativa è volta a incrementare il valore delle proprietà rendendo la città più pedonabile e tra l’altro, di ridurre l’effetto isola di calore urbano.

Lo studio identifica tre diversi tipi di vicoli di South Beach e possibili miglioramenti per ognuno di essi.

Ai vicoli commerciali e culturali, come quelli lungo Washington Avenue, potrebbero essere aggiunti alberi da ombra ed una superficie permeabile che filtra l’acqua piovana che ricarichi la falda acquifera sottostante. Potrebbero aver luogo anche passerelle e ponti sopraelevati.

Un vicolo particolarmente importante come il Lincoln Road North, dovrebbe diventare un’espansione del Soundscape Park grazie a una abbondante pianificazione. Le idee per i vicoli residenziali e di collegamento includono pannelli solari, micro-fattorie urbane, fioriere e panchine.

Un vicolo di Miami Beach vicino il Betsy Hotel è stato adibito a destinazione esperienziale con opere d’arte conosciuto ora come The Orb. Secondo il rapporto, un piano coerente a livello cittadino per uno sviluppo analogo di tutti i vicoli potrebbe consentire a Miami Beach di essere riconosciuta in tutto il mondo per il suo uso creativo degli spazi pubblici e diventare modello e leader per iniziative resilienti.

La proposta è stata presentata dal KoDA (Kean Office for Design + Architecture), con sede a Miami Beach. Il preside del KoDA è professore alla University of Miami School of Architecture e riguardo l’iniziativa la città potrebbe collaborare con la stessa università. Il progetto è stato messo a punto per essere inviato al comitato per lo sviluppo e l’uso del territorio dalla Commissione questa settimana.

Nessun Commento