Magliulo: “Sicurezza delle parti non strutturali centrale per preservare vite e valore economico”

1217

Quando si parla di antisismica a di norme di sicurezza atteper la prevenzione dei danni provocati da un terremoto il pensiero corre immediatamente alle componenti strutturali degli edifici. Eppure gli elementi non strutturali costituiscono un fattore di rischio pari se non superiore.

“Oltre il 60% delle morti a seguito di terremoti è causata da soffocamento, mentre il valore economico delle parti non strutturali danneggiare varia, a seconda della destinazione d’uso, da più dell’80 sino a oltre il 90%”, ha spiegato Gennaro Magliulo, professore di ingegneria strutturale presso l’Università Federico II di Napoli, in occasione del convegno intitolato Il valore della sicurezza e incentrato sulla normativa antisismica delle parti non strutturali degli edifici.

“Per esempio in Emilia Romagna nel 2012, – ha proseguito il professore – quasi il 100% delle vittime è legato al collasso di parti non strutturali”.

Nessun Commento