Lombardini22 lancia L22 Living, nuovo brand per il residenziale

1336

Lombardini22 apre al residenziale con un nuovo marchio: L22 Living, dedicato all’abitare. Lo studio di progettazione aggiunge così un nuovo brand al proprio bouquet (in tutto altri 5 brand specializzati in diversi settori e sottosettori) che opererà attraverso servizi trasversali di progettazione architettonica, ingegneria, comunicazione, design dei servizi.

Frutto della ricerca costante che anima lo spirito della società di progettazione, sempre orientata a intercettare bisogni e dare risposte strategiche, L22 Living rispecchia i valori della comunità creativa di Lombardini22 e ne consolida l’esperienza nel mercato residenziale sviluppando una nuova metodologia di ascolto e di analisi dell’utente.

Già intensa all’interno dello studio, la progettazione orientata all’ambiente domestico e al vivere contemporaneo oggi evolve e si struttura in una nuova divisione specializzata e riconoscibile. Il gruppo da oltre 10 anni si muove in diversi scenari nell’ambito della progettazione mettendo in campo affidabilità e capacità tecniche che derivano dallo scambio e dalla condivisione di professionisti specializzati.

Ora L22 Living porta in ambito residenziale l’approccio del design thinking, che ha da sempre rappresenta lo spirito di Lombardini22: il progetto è lo strumento per connettere la visione del cliente agli utenti finali attraverso la profonda capacità di ascoltare e conoscere le persone, analizzarne i bisogni, le attese, i desideri di oggi e di domani. E portarli all’attenzione dello sviluppatore interpretandoli al meglio per creare un progetto attrattivo, dedicato a un target reale, capace di generare qualità e reddito.

L22 Living punto di incontro tra gli utenti e lo sviluppatore


L22 Living si propone di immaginare una nuova mappa dell’abitare, costruita su alcune dimensioni fondamentali: la dimensione ecologica e sociopolitica, le intensità delle relazioni, il senso di appartenenza, le esperienze di qualità e di coinvolgimento, la sharing economy, oltre alle dimensioni economiche della sostenibilità finanziaria del progetto e del raggiungimento dei KPI dello sviluppatore.

Armonizzare le diverse dimensioni e farle confluire in una matrice comune di bisogni universali è l’obiettivo di L22 Living. Per un orizzonte di connettività urbana, efficienza energetica, sostenibilità economica e ambientale, alloggi a prezzi accessibili, valori senza tempo, a prova di futuro, quartieri sicuri con facili relazioni di vicinato, spazi verdi e supporti demografici specifici. Per un rinnovato terreno comune.

Due figure di riferimento all’interno di Lombardini22 che incarnano competenze significative e sinergiche – Adolfo Suarez in ambito architettonico e residenziale e Domenico D’Alessio in marketing integrato e capacità di ascolto del consumatore – mettono a sistema le loro esperienze, sensibilità e rispettivi team per guidare con attenzione e lungimiranza L22 Living.

Adolfo Suarez e Domenico D’Alessio spiegano la genesi della nuova business unit: “In tempi non sospetti, prima dell’emergenza che ci ha travolti e catapultati nella nostra casa, avevamo iniziato a ripensare all’ambiente domestico in quanto spazio organico, vivo, che si evolve insieme a noi e che ha bisogno quindi di essere collocato in un pensiero progettuale e sociologico più ampio, a partire dalle fondamenta. Poi l’emergenza Covid-19 ha di nuovo mescolato le carte, aggiungendo complessità (o maggiore chiarezza) all’ecosistema casa. Non più una zona di comfort ma uno spazio da costruirsi intorno, che sia pronto ad assecondare le nostre attività, e perché no, anche le emergenze quotidiane, fuori dai vecchi schemi”.

L22 Living è supportato dalle business unit interne al Gruppo Lombardini22 in ogni fase del processo, mettendo in campo le loro esperienze multiautoriali necessarie a un approccio strategico e contemporaneo del costruire: architettura, interior design, retail, sviluppo urbanistico, supporto ingegneristico, service design e comunicazione. Ed è impegnata in nuove costruzioni di manufatti edilizi sostenibili e tecnologicamente avanzati, in interventi di riqualificazione edilizia e di restauro e risanamento conservativo.

Come l’intervento in corso Buenos Aires a Milano: la ristrutturazione di un grande complesso storico nel quartiere commerciale di Milano per eccellenza. Corti Segrete rappresentano un progetto di generazione innovativo, che unisce il residenziale e il commerciale. O come Porta del mare, nell’area ex Marzotto di Salerno: un progetto di rigenerazione urbana che promuove lo sviluppo della città attraverso la trasformazione di spazi che oggi risultano vuoti urbani e punti di degrado, lungo la fascia costiera da Salerno a Pontecagnano.

Nessun Commento