Expo 2020 Dubai, l’Italia si presenta connessa guardando al futuro

Italia_Expo_Dubai_2020

Il Commissariato generale per la partecipazione italiana a Expo 2020 Dubai ha presentato ufficialmente il Theme Statement che indica obiettivi, temi e valori che l’Italia si impegna a realizzare in occasione della prima Esposizione Universale nel mondo arabo, proponendo i principali elementi destinati a rappresentare il nostro Paese dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021 e che ispireranno la visitor experience offerta a quanti vorranno visitare il Padiglione nazionale.

Il Theme Statement, sviluppato sulla base delle richieste fatte da Expo Dubai a tutti i Paesi partecipanti, è stato approvato nei giorni scorsi dal Review Committee dell’evento con una nota di plauso per “la forte eredità reputazionale” che l’Italia lascerà dopo l’Esposizione.

“Connecting Minds, Creating the Future” è il tema dell’Expo, che presenterà al mondo le eccellenze nel campo delle infrastrutture materiali e immateriali che mettono in relazione e comunicazione continenti, Paesi, città, culture, religioni, comunità. Dialogo, engagement e cooperazione vogliono essere i valori espressi dall’evento: Dubai, in arabo Al Wasl, significa proprio “connessione”, “legame”. Per quanto riguarda le infrastrutture materiali, Expo 2020 Dubai si concentrerà sulla mobilità (sistemi innovativi di logistica, trasporto e comunicazione) e sulla accessibilità, resilienza e sostenibilità delle risorse (ambientali, energetiche e idriche), mentre in riferimento alle infrastrutture immateriali, grande rilievo avranno le innovazioni di ultima generazione legate alla condivisione smart di contenuti ed esperienze creative, alla formazione di competenze, alla diffusione di progetti culturali e scientifici.

Il filo conduttore che dall’ultima Expo a Milano si sviluppa a Dubai propone, in questo successivo passaggio, che la “connessione tra le menti” diventi risorsa strategica per “progettare il futuro”, attorno a un modello di dialogo e collaborazione attiva tra le persone e le nazioni, nel rispetto dei valori di autodeterminazione, concorrenza, innovazione e sviluppo, che possano essere resi accessibili e fruibili indipendentemente da età, genere, condizione sociale, religione e nazionalità. Quale primo atto il Commissario generale ha sottoscritto il contratto di partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai, con particolare riferimento alla progettazione e alla successiva realizzazione del padiglione nazionale, su di un lotto di circa 3.500 mq situato nei pressi dei padiglioni di EAU, Germania, India, Stati Uniti e Arabia Saudita.

Theme Statement Italia Expo 2020 Dubai (pdf)

di Danilo Premoli – Office Observer

Nessun Commento