IDeA FIMIT lancia il Fondo Yielding con 500 milioni di patrimonio immobiliare di Intesa Sanpaolo

56


Si è conclusa l’operazione avente ad oggetto un portafoglio immobiliare del valore di circa 500 milioni di € da parte di Fondo Yielding, un nuovo fondo immobiliare, riservato ad investitori istituzionali, gestito da IDeA FIMIT sgr.

Il portafoglio immobiliare in questione proviene da una gara privata indetta lo scorso ottobre da Intesa Sanpaolo, assistita dall’advisor Banca Imi e proseguita con l’assegnazione ad IDeA FIMIT di un periodo di esclusiva, per la strutturazione dell’operazione.

Fondo Yielding è il secondo fondo immobiliare di sale & leaseback che IDeA FIMIT e Intesa Sanpaolo costituiscono insieme.

Lo studio legale DLA Piper ha assistito IDeA FIMIT sgr con un team multidisciplinare guidato dal partner Antonio Lombardo, che ha coordinato l’operazione coadiuvato dal lead lawyer Giampiero Priori anche con riferimento alla negoziazione del finanziamento, dal partner Francesco De Blasio e dall’avvocato Francesco Macrì che hanno seguito gli aspetti immobiliari, dal partner Agostino Papa, dalla lead lawyer Nicoletta Alfano e l’avvocato Costantino Lamberti che hanno curato le parti legate agli investimenti, e dal lead lawyer Giovanni Iaselli e dalla Tax director Carlotta Benigni per i profili fiscali. La natura dell’operazione ha richiesto il coinvolgimento di un team dello Studio più ampio durante la fase di due diligence e composto dalla legal director Rosemarie Serrato per gli aspetti urbanistici e dall’avvocato Massimo Schirinzi per gli aspetti immobiliari.

Chiomenti ha assistito Intesa Sanpaolo S.p.A. con un team coordinato da Filippo Modulo (Corporate M&A) con i soci della Business Unit Real Estate, Andrea Giannantonio (Tax), Vincenzo Troiano (Regulatory), Giorgio Cappelli (Finanza) e Filippo Cecchetti (Corporate – Real Estate), con un Team formato da Francesca Villa, Eleonora Laurito e Giulia Minetti Floccari (Corporate Real Estate), Gabriele Paladini (Tax), Giovanni Giuliani (Regulatory) e Andrea Martino e Cosimo Paszkowski (Finanza). L’operazione e’ stata seguita, per tutti gli aspetti notarili, dallo Studio Marchetti.

Legance – Avvocati Associati ha assistito le banche finanziatrici e mandated lead arrangers Mediobanca Banca di Credito Finanziario S.p.A., Banca IMI S.p.A. e UBI Banca S.p.A. in merito al finanziamento dell’operazione di conferimento al Fondo con un team guidato dal partner Andrea Giannelli coadiuvato dal managing associate Tommaso Bernasconi e dall’associate Rocco De Nicola, mentre gli aspetti immobiliari sono stati seguiti dai partner Giuseppe Abbruzzese e Gabriele Capecchi e dal senior associate Francesco Castoldi.

Professionisti coinvolti: Andrea Giannelli – Legance; Tommaso Bernasconi – Legance; Rocco De Nicola – Legance; Giuseppe Abbruzzese – Legance; Gabriele Capecchi – Legance; Francesco Castoldi – Legance; Antonio Lombardo – DLA Piper; Giampiero Priori – DLA Piper; Francesco De Blasio – DLA Piper; Francesco Macrì – DLA Piper; Massimo Schirinzi – DLA Piper; Giovanni Iaselli – DLA Piper; Carlotta Benigni – DLA Piper; Agostino Papa – DLA Piper; Nicoletta Alfano – DLA Piper; Costantino Lamberti – DLA Piper; Rosemarie Serrato – DLA Piper; Filippo Modulo – Chiomenti; Francesca Villa – Chiomenti; Eleonora Laurito – Chiomenti; Filippo Cecchetti – Chiomenti; Giulia Minetti Floccari – Chiomenti; Giuseppe Andrea Giannantonio – Chiomenti; Gabriele Paladini – Chiomenti; Vincenzo Troiano – Chiomenti; Giovanni Giuliani – Chiomenti; Giorgio Cappelli – Chiomenti; Andrea Martino – Chiomenti; Cosimo Paszkowski – Chiomenti;

Studi legali: Legance; DLA Piper; Chiomenti;

Clienti: Mediobanca; Banca IMI; Ubi Banca Gruppo; IDeA Fimit; Intesa Sanpaolo S.p.A.;

Nessun Commento