Garibello: “Lo stop di Westfield? Si temeva, ma si sperava non arrivasse”

1140

Sono bastate poche righe a margine di una nota finanziaria aggiornata al 31 marzo 2020 e diffusa lo scorso 29 aprile per fare balenare in testa a tutti la parola fine sul supermall a marchio Westfield che sarebbe dovuto sorgere a Sergate. Un progetto faraonico, che avrebbe dovuto rappresentare un nuovo paradigma per il settore retail in Italia, ma che sin dalla sua nascita è risultato tribolato da ritardi e false partenze e che ora, ufficialmente a causa del coronavirus che ha portato a tagliare investimenti per 1,6 mld di euro, potrebbe non vedere più la luce.

Lo sviluppatore Unibail-Rodamco-Westfield si è affrettato a gettare acqua sul fuoco precisando che non si tratterebbe di uno stop, ma solo di una sospensione. L’impressione che però la data di ripresa sia tutta da destinarsi è molto forte.

Secondo Clara Garibello, direttore di ricerca di Scenari Immobiliari, intervistata da Re2, ” il settore retail è stato uno di quelli che più ha sofferto negli ultimi anni e il progetto Sagrate è cambiato più volte nel tempo, cercando di tenere il passo con le esigenze di mercato. L’impressione è però che si sia mosso in modo asincrono rispetto allo sviluppo e alla dinamicità della città di Milano”, la pandemia da Covid-19 ha fatto il resto…

Nessun Commento