Fimaa Milomb, con i Rams Milano, ricorda il suo dirigente Paolo Crosti

654

Riceviamo e volentieri pubblichiamo, cogliendo l’occasione per porgere le condoglianze di tutto Re2 ai parenti, agli amici e ai colleghi di Paolo Crosti

Lo scorso 21 marzo il Covid si è portato via Paolo Crosti, un amico, un collega, un agente immobiliare e dirigente Fimaa Milomb, una persona speciale che ha saputo lasciare un segno profondo e molti insegnamenti, per la sua lealtà, la sua generosità, il suo rigore disciplinare, il suo attaccamento alla “maglia” perché per lui la nostra associazione era come la sua grande squadra di Football Americano che aveva fondato a fine anni ’70 e che ancora nel 2020 allenava, i Rams: una seconda famiglia. Paolo era per tutti Big Ram. Le analogie tra sport e mondo delle imprese sono sempre state un motivo di interesse e di promozione da parte di Paolo con il quale Fimaa Milomb ha anche sviluppato idee formative davvero coinvolgenti. Quelle rimaste “nel cassetto” verranno portate avanti in sua memoria e saranno motivo di grande orgoglio.

“Quando si trattava di raccontare chi siamo e qual è la nostra filosofia – racconta Gregorio Nason, maglia numero 48 del Rams dal 2009 – solitamente se ne occupava lui, Big Ram. Era pressoché impossibile fermarlo, vedevi che i suoi occhi azzurri si illuminavano e senza nemmeno accorgertene avevi un casco ed un paraspalle addosso. Oggi Paolo non c’è più, ma solo fisicamente perché vive ancora nei Rams Milano e nella nostra missione”.

Per capire a fondo la missione dei Rams dobbiamo conoscere brevemente la storia del suo fondatore.
Paolo Crosti, conosciuto nell’ambiente come Big Ram, classe 53’, laureato in Psicologia, ha dedicato la sua vita a capire il Football Americano e a trasformarlo in uno strumento formativo. Anche dopo essere diventato agente immobiliare, ha sempre provato ad applicare i valori dello sport e il concetto di squadra nella propria attività di impresa e nel suo impegno associativo in FIMAA MiLoMB.

Parlando dei Rams, è possibile dividere la storia in tre tappe. Negli anni ‘80 la squadra è stata fondata e per un decennio, fino alla sua chiusura, è stata protagonista del panorama sportivo nazionale. Qui Paolo ha sentito la vocazione per il Football Americano. Dal 2007 al 21 marzo 2020 Paolo ha riaperto la squadra dedicando tutta la sua passione, la sua conoscenza del gioco e le sue competenze di psicologo nel consolidare una filosofia, un modello che tramite il gioco del Football Americano potesse aiutare dei ragazzi a trasformarsi in uomini. Da quel 21 marzo quegli uomini hanno preso in mano la squadra decretando di fatto il passaggio dall’era in cui Paolo viveva per la squadra all’era in cui la squadra vivrà per Paolo.

“I Rams Milano hanno come obiettivo primario quello di forgiare attraverso la cultura sportiva data dal football americano uomini, giocatori e cittadini migliori. Consideriamo prioritario che tutti lavorino e collaborino affinché ognuno di noi esca dal campo migliore di quando ci è entrato.” Paolo Big Ram Crosti

La nuova generazione dei Rams crede fortemente in questa filosofia proprio perché l’ha vissuta sulla propria pelle. Per questo motivo con inamovibile fermezza, i Rams reputano fondamentale portare avanti il lavoro fatto da Paolo con lo scopo di aiutare i giovani ragazzi nel loro percorso di crescita, trasmettendo i valori positivi propri del Football Americano, e dello sport in generale, in modo da aiutarli a diventare uomini concreti e di valore all’interno della società del futuro, del mondo delle professioni e delle imprese. A dimostrazione della forza di questa filosofia che appassiona tutti coloro che ne fanno parte, c’è il fatto che nessuno è mai stato pagato per le competenze che ha messo a disposizione della squadra proprio come nessun dirigente FIMAA MiLoMB viene pagato per mettere a disposizione tempo e competenze a beneficio di tutti gli Associati e di tutta la categoria.

“Non paghiamo chi ci supporta proprio perché la finalità non è il professionismo, ma il focus principale è la crescita dei ragazzi che prendono parte al nostro programma – dichiara Andrea Zambelli, maglia numero 44 dei Rams dal 2011 – e per questo i Rams non hanno mai respinto nessuno tra coloro che si sono presentati chiedendo un posto in squadra.”

“La prima volta che mi sono presentato agli allenamenti dei Rams ero un ragazzino di 17 anni, 1,67m di altezza per 55kg scarsi di peso – racconta Edoardo Pollastri – Nessuno avrebbe investito su di me, non avevo il fisico per poter giocare. Big Ram e la squadra hanno creduto in me, non guardando le misure dei miei bicipiti o delle mie gambe, ma guardando la misura del mio cuore. Siamo profondamente convinti che chiunque possa essere utile e mettersi a disposizione della squadra, a prescindere dalle qualità che la natura gli ha regalato: per noi contano il cervello, il cuore e…”gli attributi!”

I Rams Milano hanno contribuito per 30 anni allo sviluppo dello sport in Italia, vincendo 3 Trofei “Brigatti”, 2 Superbowl FIF e qualificandosi più volte tra i primi nel campionato nazionale. Ma soprattutto formando giovani uomini con ideali genuini. Anche come Agente Immobiliare, Paolo ha sempre lavorato molto per sostenere l’importanza dell’etica, della deontologia professionale, del rispetto, della collaborazione. Ha scritto tre libri che raccontano il “modello Rams”: chi fosse interessato può scrivere alla nostra segreteria FIMAA MiLoMB (segreteria@fimaamilano.it).

Ma al netto dei titoli e delle vittorie, il risultato più grande e importante è stato trasformare 500 giovani ragazzi in uomini di sani principi e solidi valori.

“Non so dirvi quante partite ho vinto sul campo da football in tutti questi anni – prosegue Gregorio Nason – So dirvi cosa ho vinto fuori dal campo: un diploma, una laurea, un master, un lavoro e una compagna che mi ama. Ho vinto qualcosa che non rimane segnato su un tabellone segnapunti. Ho vinto una filosofia, una determinazione e la capacità di imparare più dalle mie sconfitte che dalle mie vittorie. Tutto questo lo devo a Paolo e alla mia squadra.”

Questi uomini si sono ritagliati il loro posto nella comunità creando percorsi di vita tra i più disparati e virtuosi, ma possiamo dire una cosa che li accomuna tutti senza dubbio… “La gente come loro, non molla mai!”

In memoria di Paolo e per ringraziarlo di tutto quello che ha sempre fatto con grande generosità, FIMAA MiLoMB invita i propri Associati a supportare la squadra dei Rams, attraverso il sito https://www.ramsmilano.it/football/supportaci/ oppure dedicando il 5×1000 e inserendo nella dichiarazione dei redditi i seguenti dati: Rams Milano aft asd – CF: 97450730151

“Paolo ci ha insegnato che non ci sono sfide impossibili, con la forza della squadra possiamo affrontare tutto… – conclude Salvatore Ruggiero, maglia numero 75 dei Rams dal 2010 – Ma Paolo ci ha anche insegnato che ci sono sfide che vale la pena affrontare ed altre no e che le stesse vittorie vanno affrontate come fossero sconfitte affinché siano delle tappe e non dei traguardi, per migliorarsi sempre. La nostra sfida è fare in modo che chiunque possa uscire dal campo dei Rams migliore di quando ci è entrato…e giusto per non lasciare dubbi a nessuno…la gente come noi, non mollerà mai!”

Ciao Paolo, c’eri sempre, per tutti noi, e continuerai ad esserci: sappiamo che, ovunque tu sia, non smetterai mai di correre per conquistare un’altra iarda, e sarai il nostro BIG RAM per sempre.

Gli amici e i colleghi di Fimaa Milano Lodi Monza e Brianza e i ragazzi dei Rams

Nessun Commento