Expo 2020, alla Cimolai i lavori per la cupola dell’Al Wasl Plaza

Il general contractor con sede ad Abu Dhabi, ma cuore italiano, Cimolai Rimond Middle East si è aggiudicato la gara per la produzione e fornitura della struttura in acciaio che sorreggerà la cupola della Al Wasl Plaza, la piazza cetrale – e verosimilmente la struttura più iconica dell’evento – attorno alla quale ruoterà l’area espositiva di Expo 2020 Dubai. L’intricata struttura a traliccio in acciaio dovrà sorreggere una cupola in vetro di 67,5 metri di altezza e 130 metri di larghezza che includerà uno spazio chiuso di 724mila metri cubi.

“La joint venture italo-statunitense Cimolai Rimond – si legge in un comunicato stampa dell’organizzatore dell’esposizione universale – contribuirà a costruire il principale esempio di architettura ispiratrice nel cuore di Expo”. L’opera sarà realizzata producendo e assemblando tralicci in acciaio per una lunghezza di 13,6 chilometri e peserà 2.265 tonnellate.

Nei piani del Comitato organizzatore la Al Wasl Plaza costituirà il “cuore pulsante” di Expo 2020 e il principale centro di aggregazione dei visitatori – un po’ come l’Albero della vita lo è stato per Milano 2015 – e sarà il fulcro centrale del sito espositivo che si estenderà per un totale di 4,3 chilometri quadrati.

L’aggiudicazione giunge a meno di due settimane dalla visita presidente del Consiglio Paolo Gentiloni negli Emirati arabi uniti e dal colloquio con il suo omologo, lo sceicco Mohammed Bin Rashid Al Maktoum.

“Questo è l’ultimo contratto di costruzione che verrà assegnato quest’anno – ha dichiarato Ahmed Al Khatib, vice presidente di Expo 2020 Dubai – I lavori sono sulla buona strada e stiamo facendo grandi progressi. Nel primo trimestre del prossimo anno aggiudicheremo il contratto di costruzione definitivo per Al Wasl Plaza”.

Sono oltre 150 i Paesi che si sono impegnati a partecipare all’evento globale e potranno iniziare a lavorare per la realizzazione dei propri stand e la costruzione dei loro padiglioni a partire dall’aprile 2018.

Nessun Commento