Energy Park sul podio iridato dei complessi green

L'Energy Park di Vimercate

La sede che ospita il quartier generali di Nokia Italia, di Bridgestone e di Dnv Gl è il secondo edificio al mondo a raggiungere le più alte performance nella qualità ambientale degli interni. Il Building 01 dell’Energy Park di Vimercate – sviluppato dalla britannica Segro e oggi in uno dei fondi di Coima Sgr – dopo aver ottenuto la certificazione Leed Platinum risulta essere, assieme ai precedenti Building 03 e 04, tra i complessi immobiliari più green del mondo nella categoria Core&Shell v2009.

Un successo notevole tenuto conto che:

  • solo altri 19 progetti nel mondo hanno ottenuto 84 pt complessivi – tra questi anche il Building 04;
  • solo altri 39 progetti nel mondo hanno ottenuto più di 84 punti complessivi di cui solo due con il punteggio massimo di 91 punti
  • ha ricevuto 27 punti ottenuti su 28 possibili nella categoria Sustainable Sites – solo altri 14 progetti nel mondo hanno fatto meglio
  • ha ottenuto 6 pt ottenuti su 6 possibili nella categoria Innovation in Design
  • è incluso nel Top 4% di tutte le attività LEED di tutti gli edifici certificati
  • è il 2° edificio al mondo ad aver ottenuti tutti i punti (12/12) per la categoria Indoor Environmental Quality
  • è l’unico al mondo a precederlo era stato infatti il thailandese Park Ventures Ecoplex nel 2012 (81 punti) e solo di recente è stato raggiunto dall’americano New Balance World Hq in Massachussets,Leed Platinum con 80 punti su un totale di 110 pt possibili.

Progettato dallo studio Garretti Associati, il Building 01 costituisce un importante esempio grazie alle numerosissime caratteristiche di sostenibilità:

  • 100% di riduzione dell’uso di acqua potabile per l’irrigazione
  • 100% delle coperture con uso di materiali con alto valore di Sri
  • 100% di energia green certificata Recs per le parti comuni e l’illuminazione esterna
  • 96,54% degli spazi regolarmente occupati con visione verso l’esterno
  • 92,8% degli spazi regolarmente occupati con luce naturale
  • 89,4% dei rifiuti di costruzione non inviati a discarica
  • 77,33% di materiali estratti, lavorati e prodotti a distanza limitata (materiali regionali)
  • 67% delle superfici esterne pavimentate con uso di materiali con alto valore di SRI
  • 63,3 % di legno certificato Fsc e senza contenuto di urea formaldeide
  • 21,2% di contenuto di riciclato nei materiali di costruzione
  • 5,2 % dei posti auto riservati a “low emitting and fuel efficient vehicles”
  • 2,3 % di energia rinnovabile prodotta dalla tettoia fotovoltaica
  • spogliatoi e docce per il 3 % degli occupanti per consentire di fare sport in prossimità del luogo di lavoro uso di materiali per le finiture interne a bassissimo contenuto di Voc

Con il limitrofo Building 03 – primo edificio in Italia certificato Leed Platinum nel 2011 – e assieme al successivo Building 04 (2014) l’Energy Park continua ad attirare aziende specializzate nel settore IT e lo sviluppo prosegue con la realizzazione del Green building campus, derivante dal recupero di un vecchio edificio terziario e la realizzazione di altri quattro edifici che fronteggiano la limitrofa tangenziale per oltre 245 metri di lunghezza.

L’area, 160mila metri quadrati acquisiti da Segro nel 2007, vedeva all’epoca un’occupazione dovuta alla sola presenza della Alcatel-Lucent con circa 1.100 dipendenti; mentre oggi, con i nuovi insediamenti per circa 62mila metri quadrati di Spl, le persone che qui lavorano sono oltre 4.600.

La caratteristica comune in questi nuovi interventi è la volontà di mettere le persone al centro del progetto e contornarle delle attenzioni che possano garantirgli il meglio in termini di qualità e comfort psico-fisico: “Ci piace pensare e realizzare lavorifici” dice Paolo Garretti, project leader del vasto team di progettazione, “luoghi in cui le persone si sentano a loro agio e siano incentivate a dare il meglio2 ed il Leed, con le sue procedure ed i suoi strumenti, aiuta a misurare le performance ed a fare in modo che queste vengano mantenute quanto più possibile nel tempo.

Sviluppati in un periodo di forte cambiamento del mercato real estate italiano il Building 01 e questi altri interventi, assieme ai grandi progetti certificati Leed nel territorio metropolitano milanese, rappresentano oggi la frontiera della qualità ambita, misurata e riconosciuta dai tanti investitori stranieri che sempre più guardano all’Italia.

di Gianluca PadulaGarretti Associati

Nessun Commento