Demanio, firmata la concessione per il Faro del Po di Goro

502

Comincia una nuova vita per il Faro del Po di Goro. A breve distanza dalla firma sul contratto di locazione per il faro di Capo Zafferano, in Sicilia, anche per la struttura sul delta del Po è arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti della riqualificazione. L’atto di locazione per 50 anni finalizzato a valorizzare la struttura in provincia di Ferrara è infatti stato firmato, informa l’Agenzia del Demanio.

Si tratta di uno dei beni inseriti nel secondo bando del progetto Valore Paese Fari e aggiudicato alla società Dieci Cento Mille Pensieri Srl che si occuperà del suo recupero e valorizzazione. Quello di hotel-ristorante, beach bar con approdo e la possibilità di noleggiare barche sarà quindi il prossimo futuro di questo gioiello del mare raggiungibile anche dalla laguna.

Distante solo 3 km dal centro abitato della località Gorino Ferrarese, precisamente sull’Isola dell’Amore, estremo lembo sabbioso inserito in uno scenario suggestivo in prossimità della foce del Po di Goro e del mare, il bene è costituito da tre edifici, uno principale e due adibiti a servizi, con un cortile esterno.

L’obiettivo della ditta che si è aggiudicata la struttura è partire nel più breve tempo possibile con i lavori di ristrutturazione. All’interno del faro verranno realizzate camere da hotel, al pian terreno ci sarà il ristorante. Sulla spiaggia il beach bar e l’area camping con i bungalow per trascorrere un weekend tranquillo.

Il tutto si va a inserire nel Parco del Delta del Po, notoriamente un luogo bellissimo e dalla natura quasi incontaminata, in cui poter trovare relax tra la terra e l’acqua. L’intenzione è quindi quella di far diventre il Faro di Goro uno dei simboli di questa zona. L’attenzione, peraltro, è concentrata anche sulla ciclabile che da Gorino porta al faro che sarà ripristinata entro il 2019.

Nessun Commento