D2U: Studi aperti per parlare di smart working

137

D2U – Design to Users, studio milanese diretto da Jacopo della Fontana e Corrado Caruso, apre al pubblico le porte dei suoi uffici venerdì 26 maggio dalle 18 alle 22 con un evento dedicato allo smart working.

D2U ha accolto l’iniziativa Open! Studi aperti 2017 promossa dal Consiglio nazionale architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori che coinvolge centinaia di studi di progettazione in tutta Italia con l’obiettivo far conoscere al pubblico e non solo agli addetti ai lavori, il mondo dell’architettura, l’importanza della figura del progettista e delle sue specializzazioni. 

L’evento di D2U è inoltre inserito nel palinsesto della Settimana del lavoro agile organizzata dal comune di Milano, che si terrà dal 22 al 26 maggio. Giunto ormai alla quarta edizione questo appuntamento ha avuto un ottimo riscontro tanto che da singola giornata si è esteso a una settimana, in cui le aziende che aderiscono hanno la possibilità di sperimentare il lavoro agile per ben 5 giorni feriali.

Lo smart working è una modalità flessibile di esecuzione del rapporto di lavoro, allo scopo di incrementare la produttività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro; non richiede una postazione fissa in ufficio e consente di svolgere i propri compiti ovunque – da casa, da un ufficio decentrato, da una postazione in coworking. E’ un format che soddisfa chi lavora e nel contempo rende le imprese più competitive.

Smart design per smart working sarà la tematica al centro della serata organizzata da D2U, con l’obiettivo di far conoscere agli addetti ai lavori e agli appassionati di design l’importanza di una progettazione sostenibile, flessibile ed efficiente degli spazi di lavoro che rispetti l’ambiente favorendo il benessere delle persone.

Interverranno all’evento Jacopo della Fontana e Corrado Caruso, soci fondatori D2U, che illustreranno il loro punto di vista sul tema e alcune case history significative. Segnaliamo anche la presenza di Andrea Montuschi, presidente di Best place to work, società internazionale specializzata nel rating dell’ambiente organizzativo e del clima lavorativo aziendale; interverranno, inoltre, alcuni testimonial di aziende che stanno sperimentando lo smart working.

Nessun Commento