Coima cede filiali bancarie per 23,5 mln; ok alla trimestrale

273

Coima Res ha firmato un contratto preliminare per la cessione di un portafoglio di 11 filiali bancarie situate nel Nord Italia. Il prezzo di vendita del portafoglio è di 23,5 milioni di euro , un valore sostanzialmente in linea con quanto attestato dall’esperto indipendente al 30 giugno 2019 (sconto del 2,0%). Il perfezionamento della cessione è previsto entro giugno 2020.

Con questa cessione, Coima Res ha ora ceduto il 48% del portafoglio di filiali bancarie inizialmente conferito in sede di Ipo (incluso anche il pacchetto di filiali situato nel Sud Italia perfezionato a gennaio 2018 che rappresenta il 60% del totale volume di cessioni ad oggi) per un valore aggregato di 66,3 milioni di euro a una valutazione sostanzialmente in linea col valore di contribuzione all’Ipo (sconto medio dell’1,6%). Il portafoglio residuo si costituisce di 58 filiali valutate a 69,6 milioni di euro, che rappresenta meno del 10% del totale del portafoglio immobiliare della società.

Complessivamente, il 52% del portafoglio residuo è situato in Lombardia (di cui 10% in Milano), 13% è a Roma (una singola filiale bancaria), 10% è in Piemonte, 10% è in Veneto, 9% è in Toscana, 6% in Liguria ed l’1% rimanente è in Emilia Romagna.

Ok del cda alla trimestrale

Il consiglio di amministrazione della società ha inoltre approvato i risultati al 30 settembre 2019 che evidenziano:

Risultati finanziari solidi nei primi nove mesi del 2019

• Canoni di locazione in crescita dello 0,8% anno su anno ad Euro 26,9 milioni
• Margine NOI in crescita di 30 bps anno su anno all’89,5%
• EBITDA in crescita dell’11,6% anno su anno ad Euro 16,9 milioni
• EPRA NAV per azione in crescita del 2,1% ad Euro 11,95
• LTV netto pari a 35,8% (o 37,1% pro-forma per acquisizioni e cessioni)
• Approvato acconto dividendo pari a Euro 0,10 per azione

Solida performance del portafoglio immobiliare nei primi nove mesi del 2019

• Portafoglio composto all’85% da uffici, situato per il 90% a Milano, e 50% in Porta Nuova
• Crescita dei canoni su base like for like dell’1,8%
• Stipulati da inizio anno nuovi contratti di locazione per Euro 10 milioni all’anno
• EPRA occupancy rate in aumento di 270 bps a 98,1%

Rotazione del portafoglio incrementa il grado di diversificazione di immobili e conduttori

• Acquisizione “off-market” delle sedi di Microsoft e Philips a Milano
• Investitore coreano acquista una quota del 50% nel complesso Vodafone
• Ulteriore cessione di un pacchetto di filiali bancarie per Euro 23,5 milioni
Accenture e Bending Spoons validano il progetto Corso Como Place
• Progetto di sviluppo affittato al 95% ad Accenture e Bending Spoons
• Firma 12 mesi in anticipo rispetto alla consegna ed al 18% di premio rispetto all’ERV

Mercato uffici a Milano solido nei primi nove mesi del 2019 con prospettive positive

• Dinamica positiva nel segmento Milano uffici con compravendite per Euro 1,5 miliardi
• Take up a Milano in crescita del 15% e pari a 360.000 mq
• Livello di sfitto ai minimi storici al 2,0% per immobili di Grado A
• Outlook positivo per la crescita dei canoni, in particolare a Porta Nuova

Scarica QUI il comunicato stampa relativo alla trimestrale.

Nessun Commento