Ciccarelli (It Auction): “Il problema Npl è da gestire assieme al debitore”

1115

Nata nel 2011 come casa d’aste per la gestione di procedure concorsuali, in particolare per la vendita di beni strumentali, It Auction, società di servizi che opera in Italia e Spagna, organizzando e gestendo aste competitive online attraverso un popoloso network di portali dedicati, ha trovato nello sviluppo della tecnologia e nell’espansione degli ultimi anni del mercato dei crediti problematici (in particolare Npl e Utp) una strada aperta per sviluppare il ramo delle aste immobiliari.

“In entrambi i casi abbiamo iniziato a operare su stimolo dei Tribunali, collaboriamo stabilmente con oltre 110 Tribunali italiani – spiega Renato Ciccarelli, fondatore e ceo di It Auction – Anche se lavoriamo con risultati importanti anche per realtà bancarie e società di leasing”.

Domanda: Dottor Ciccarelli, come operate nello specifico per la gestione di Npl con sottostante immobiliare?
Risposta: Generalmente veniamo interpellati dai Tribunali, a volte direttamente dal creditore, per lo più banche o finanziarie, o anche da società di leasing al termine di un processo di rimpossessamento. Il nostro compito è quello di gestire il lato vendita del bene, superando le inefficienze commerciali proprie del processo legale di vendita, che è invece compito principale del Tribunale.

D: In che modo?
R: Gestiamo ogni fase della vendita. Ci occupiamo di catalogazione fotografica e videografica dei lotti da vendere in asta; pubblichiamo e sponsorizziamo online, sia a livello nazionale sia internazionale, i dati relativi ai beni in vendita e alle relative modalità di aggiudicazione; garantiamo il massimo di visibilità ripubblicando dati e avvisi di vendita sui portali di settore; assicuriamo assistenza ai potenziali clienti organizzando anche sopralluoghi; organizziamo l’asta online sui nostri portali e infine gestiamo il lato pagamenti, compresa la gestione dei depositi cauzionali. L’obiettivo è di massimizzare il valore di mercato del bene in asta e quindi di venderlo al miglior prezzo possibile nel minor tempo possibile.

D: In effetti il tempo, quando si parla di giustizia in Italia, appare come un fattore importante…
R: Una delle funzioni della gestione dei procedimenti concorsuali tramite asta è proprio quella di estrarre valore da beni capitali che resterebbe sospeso nel tempo, rimettendo in circolo risorse economiche che resterebbero bloccate.

D: Su cosa guadagnate?
R: Essenzialmente riceviamo una commissione sul prezzo pagato dal compratore, sia per i beni immobili sia per quelli strumentali.

D: Come si evolverà, a vostro giudizio, il mercato degli Npl?
R: Svolgendo la nostra attività di gestione di aste online stiamo raccogliendo dati utili per analizzare il mercato e, in prospettiva, per trovare soluzioni stragiudiziali ai problemi del credito, accelerando i tempi di risoluzione e riducendo la distanza tra valore di mercato e quanto realizzato. Ma per ottenere risultati importanti è necessaria una rivoluzione culturale e servono tempi lunghi.

D: Una rivoluzione culturale? Cioè?
R: Una procedura esecutiva ha un costo totale del 20% circa del valore del bene venduto; il prezzo di aggiudicazione, inoltre, è in media del 30% inferiore a quello di mercato. Il risultato è che spesso il debitore si ritrova senza il bene e con pendenze residue in capo che peseranno per anni. La rivoluzione culturale sta nel convincersi che vale la pena operare collaborando con il debitore, operare cioè anche nel suo interesse. In questo modo non solo si eviterebbero problemi, ma si massimizzerebbe anche il risultato economico. E’ infatti vuna cosa che si potrebbe fare anche in modo industriale. I numeri ci sono: basti pensare che ogni anno vengono messi all’asta oltre 250mila beni e che ci sono in media 12mila fallimenti.

D: Cambiamo argomento: è di tre settimane fa la notizia della cessione della maggioranza di It Auction alla banca di Corrado Passera, Illimity. Ci spiega il senso di questa operazione?
R: E’ un’operazione più ampia della semplice cessione di capitale. Con Illimity ci siamo trovati immediatamente in sintonia, essendo due realtà animate dallo stesso spirito di innovazione e cambiamento. Per Illimity, che ha acquistato importanti portafogli di Npl, l’investimento in It Auction è funzionale alla loro gestione e massimizzazione, anche in ottica della creazione di un servicer per la valorizzazione degli asset sottostanti il credito. Aspetto spesso relegato in secondo piano rispetto alla gestione degli equilibri finanziari e dei ratio di solidità delle banche. Per noi è una grande opportunità di ulteriore crescita, anche dal punto di vista dello sviluppo tecnologico.

Nessun Commento