Bnp avvia una raccolta fondi a sostegno della Croce Rossa Italiana

227
Croce Rossa Italiana
Foto Valerio Portelli/LaPresse 14-11-2019 Roma, Italia Presidio a Montecitorio Croce Rossa ANPAS e Misericordie Cronaca Nella foto: Presidio a Montecitorio Croce Rossa ANPAS e Misericordie Photo Valerio Portelli/LaPresse 14 November 2019 Rome, Italy Presidium at Montecitorio Croce Rossa ANPAS and Misericordie News In the pic: Presidium at Montecitorio Croce Rossa ANPAS and Misericordie

Il gruppo BNP Paribas comunica di avere avviato una raccolta fondi a sostegno della Croce Rossa Italiana. Le società’ del gruppo hanno già stanziato 500 mila euro a cui si sommeranno le donazioni dei collaboratori e di quanti vorranno dare il proprio contributo in questa grave emergenza sanitaria e sociale.

I fondi contribuiranno a realizzare progetti urgenti e necessari sull’intero territorio nazionale:

  • forniture di dispositivi di protezione individuale per operatori sanitari
  • rafforzamento dei servizi di assistenza alla popolazione più vulnerabile
  • dispositivi per la sanificazione
  • materiali per l’allestimento di ospedali da campo
  • strumenti di rafforzamento della parte informatica e connettività.

Andrea Munari, country head BNP Paribas in Italia: «La comunità di donne e uomini di BNP Paribas in Italia, in linea con quanto sta facendo il Gruppo anche in altri Paesi, sostiene la Croce Rossa Italiana, per supportarla in quanto fanno i suoi operatori sul territorio, ogni giorno, a servizio della collettività per fronteggiare questa terribile emergenza. Lavorare oggi nei settori essenziali, fra i quali le aziende bancarie e finanziarie, è motivo di grande responsabilità perché si è in prima linea al servizio del Paese nelle difficoltà che viviamo in questo periodo senza precedenti. In ciascuna persona con cui dialogo nel quotidiano osservo un enorme impegno e senso del dovere: colleghi, clienti, istituzioni, fornitori e tutti coloro che quotidianamente interagiscono con noi. Questa dimensione di unità e di spirito di sacrificio è la nostra risorsa maggiore per gestire l’emergenza e soprattutto il dopo».

 

Nessun Commento