Bankitalia adegua certificazione Iso 9001 per acquisti centralizzati

La Banca d’Italia ha recentemente rinnovato la certificazione del sistema di qualità UNI EN ISO 9001 per il “servizio di acquisti centralizzato”, conseguita nel 2014 e migrata allo standard ISO 9001:2015 lo scorso anno.

E’ stata tra le prime istituzioni in Italia ad aderire a detto standard, che si focalizza maggiormente sull’analisi dei rischi e delle opportunità che possono derivare dal contesto esterno e interno; su obiettivi di performance e di sostenibilità ambientale. Ciò richiede, tra l’altro, attenti piani di qualità per l’individuazione dei requisiti dei prodotti/servizi attesi e resi e di presidi di responsabilità e controllo.

Il sistema di qualità della Banca d’Italia riguarda il processo di procurement, dalla programmazione delle iniziative alla gestione di contratti di lavori, servizi e forniture.

Il possesso della certificazione è anche utile per la Banca, alla luce del Codice dei contratti pubblici, che attribuisce ai sistemi di gestione della qualità un valore “premiante” per la prevista qualificazione delle stazioni appaltanti e consente di condurre, in house, verifiche su progetti di lavori significativi.

La Banca d’Italia ha anche avviato le attività per l’acquisizione della certificazione ISO 50001 in materia di risparmio energetico per il Centro Donato Menichella di Frascati, tra i più ampi tra quelli dell’Istituto. Lo standard alla base di tale certificazione mira, attraverso un approccio sistematico, al miglioramento continuo delle prestazioni energetiche, comprendendo in queste l’efficienza nonché il consumo e l’uso dell’energia.

Nessun Commento