Al via la call del DesignTech Hub di Mind

1173
MIND Milano _render

Oggi più che mai, l’emergenza globale del coronavirus impone di ridisegnare il nostro stile di vita e gli spazi in cui viviamo e lavoriamo. L’opportunità di trasformare il futuro del design e rilanciare l’economia, in un momento complicato per l’Italia e per il mondo intero a causa del protrarsi della crisi sanitaria, parte proprio da Milano grazie al progetto DesignTech il primo Hub per l’innovazione tecnologica nel settore design sorgerà nell’ambito di MIND Milano Innovation District, in fase di sviluppo nell’ex area Expo dal developer Lendlease.

Obiettivo del progetto è realizzare un grande living lab integrato con degli spazi di coworking, coliving e cofactory, studiati per supportare la prototipazione rapida di nuovi prodotti da parte di aziende e startup, nonché per favorire lo sviluppo di programmi di innovazione aperta e stimolare la diffusione delle tecnologie digitali nel settore ma anche per fondare un ecosistema sostenibile in grado di far emergere una nuova comunità e di rappresentare un modello esemplare per le rigenerazioni urbane future del mondo, con l’appoggio di partner importanti come Lendlease e PwC.

A selezionare start up e aziende che vogliono affermarsi come innovatrici del settore, Hi-Interiors – la scaleup italiana che ha sviluppato il concetto di DesignTech – ha recentemente lanciato la seconda edizione del programma HiHack con una prima call, la call4Solutions, finalizzata a fare scouting di soluzioni d’arredo per gli spazi di coworking del DesignTech Hub, la cui inaugurazione è prevista per ottobre 2020. Nella prima fase l’hub sarà ospitato all’interno del MIND Village, nel padiglione Intesa Sanpaolo progettato dall’arch. Michele De Lucchi.

“Dopo il successo oltre le attese della prima edizione di HiHack, siamo impazienti di vedere le candidature di quest’anno e poter favorire una prima tangibile collaborazione tra startup e aziende per arredare gli spazi del DesignTech, offrendo ai partecipanti alla call un importante accesso alle opportunità rappresentate da MIND – dichiara Ivan Tallarico, ceo di Hi-Interiors. L’iniziativa mira a riunire sotto lo stesso tetto aziende, designer, studi e professionisti del settore diffusi per Milano con le startup tecnologiche provenienti dagli ecosistemi di innovazione più evoluti a livello internazionale, per creare un hub di innovazione di respiro globale nel design”.

Tutti i prodotti, le soluzioni e le tecnologie selezionate diverranno parte integrante del progetto e garantiranno un’importante visibilità alle aziende che le hanno proposte, sia nei confronti dell’ecosistema MIND, sia a livello internazionale, per l’attenzione che Milano come Design City e Innovation Destination nel settore catturerà a livello mondiale.

“Scegliere MIND come indirizzo per il DesignTech Hub ci è da subito parsa la scelta imprenditoriale più lungimirante – continua il ceo di Hi-Interiors – anche per la vicinanza alla fiera di Rho che ospita il Salone del Mobile, il più grande evento di settore al mondo. Far partire questo progetto proprio ora, ci sembra una scelta giusta per offrire un segnale positivo di reazione alla crisi attuale, poiché l’iniziativa rappresenta un catalizzatore di nuove opportunità per uscire insieme dalla recessione e rilanciare la crescita socio economica del nostro Paese”, conclude Tallarico.

Partner dell’iniziativa è Lendlease, società internazionale operante nel settore del real estate e responsabile dello sviluppo privato di MIND; PwC, che mette a disposizione la piattaforma di Open Innovation Brightidea che consente di gestire tutte le prime fasi della call in digitale permettendo di unire le menti senza dover avvicinare i corpi, nonché le competenze del team New Ventures per contribuire alla creazione e animazione dell’ecosistema.

DDN si conferma media partner dell’iniziativa, avendo ospitato nel circuito Fuorisalone la prima edizione di HiHack, così come RDS 100% Grandi Successi, che partecipa attivamente all’ecosistema dell’innovazione, e Ghénos Communication, che si occuperà dell’attività di PR&Press Office.

Call partner è SIB Società Italiana Brevetti, che metterà a disposizione dei partecipanti alla call il proprio know-how sulla tutela della proprietà intellettuale; e Two Hundred, il portale italiano di equity crowdfunding che fornirà la sua piattaforma per il finanziamento dei progetti selezionati più meritevoli. Pininfarina, storico e grande player del settore, metterà a disposizione la propria esperienza facilitando sessioni di design thinking e mentoring sui temi della call; mentre STMicroelectronics, leader globale nei semiconduttori con clienti in tutti i settori applicativi dell’elettronica, allestirà negli spazi del DesignTech un laboratorio PoC (proof of concept), cioè un luogo dove verificare e rendere concreti nuovi progetti di internet of things proposti da aziende e startup.

Le aziende e le startup che operano nel mondo dell’innovazione e del design possono aderire alla call di HiHack sul sito https://hack.hi-interiors.com.

Nessun Commento