Agostini per Re2 Zoom Conference: “Gli effetti del covid sul ruolo degli spazi di lavoro”

280

“Oltre la fase 2, l’organizzazione degli uffici vedrà la continuazione dello sviluppo di concetti come: smart working, sostenibilità, salute e benessere della persona, importanza dell’aspetto sociale e umano del vivere insieme”, così Lamberto Agostini, responsabile del dipartimento project management Italia e Sud Europa di Cushman & Wakefield, sintetizza il suo intervento durante la Zoom Conference organizzata da Requadro, in collaborazione con Cdv Conference Management dedicata alla Riorganizzazione degli spazi di lavoro in azienda dopo l’emergenza, che si terrà online mercoledì 8 luglio 2020 dalle ore 9:15 alle ore 11:15.

L’intervento dell’architetto di C&W sarà in particolare incentrato sugli effetti che la pandemia da Covid-19, l lockdown e le diverse misure di mitigazione del contagio dal virus avranno sugli spazi di lavoro: sulla loro “forma” (il layout e la distribuzione degli spazi), ma anche sul nuovo ruolo che i luoghi di lavoro andranno a ricoprire.

Sul tema della trasformazione già in corso, “il lavoro da remoto rimarrà una prassi diffusa anche nel futuro, ma emergono impatti negativi sull’interazione umana ed i legami sociali, con riflessi sulla cultura aziendale e l’apprendimento – sostiene Agostini, pertanto – il luogo di lavoro si trasformerà in un ecosistema di differenti luoghi ed esperienze, a supporto della flessibilità, della funzionalità e del benessere dei dipendenti. L’ufficio avrà un nuovo obiettivo: rappresentare una destinazione stimolante che rafforzi i legami culturali, favorisca l’apprendimento, incoraggi le connessioni con colleghi e clienti, e supporti la creatività e l’innovazione”.

Clicca QUI per la locandina dell’evento e per iscriverti alla Zoom Conferenze di Re2.

Nessun Commento